Via Flaminia, 259, 00196, Roma
+39 063219898
segreteria@studioangelonicorona.it

LE CARIE: CAUSE, SINTOMI E RIMEDI

LA CARIE: CAUSE, SINTOMI E RIMEDI

La carie è, tecnicamente, la decalcificazione dei tessuti duri del dente, che si traduce nella formazione di una cavità all’interno dello stesso.

La carie ha un andamento progressivo centripeto, ovvero tende ad avvicinarsi al centro del dente dove è situato il nervo. A questo insulto il nervo reagisce con la deposizione di uno scudo protettivo (dentina secondaria) che tenta di allontanare lo stesso dai batteri e dalla carie ma, normalmente, la velocità di penetrazione è superiore a quella delle difese.

CAUSE

A provocare la carie è la placca batterica ed in particolare uno streptococco che, in presenza di zuccheri, produce degli acidi in grado di “corrodere” le superfici dure dei denti. Ovviamente, i batteri si annidano più facilmente nelle zone nascoste, ovvero tra un dente e l’altro, nei solchi, nelle zone di difficile accesso per la pulizia.

Come già spiegato, l’associazione zuccheri + batteri, produce un abbassamento del PH (acidità) in grado di aggredire il dente per un periodo di 40 minuti circa.

SINTOMI

Un dente che presenta una decalcificazione iniziale spesso non è sintomatico, ma via via col progredire della carie, darà una sensibilità al caldo/freddo ed ai dolci. Difficilmente in questa fase il paziente riesce ad identificare il dente responsabile, perché i fastidi sono perlopiù diffusi.

Affidati al tuo Specialista del nostro Centro: con la sua competenza ed esperienza saprà identificare l’origine dei disturbi.

RIMEDI E CURE

Nella fase iniziale la rimozione della carie e il ripristino della cavità mediante idonei materiali farà sì che il dente torni alle sue normali funzioni masticatorie e non presenti più sintomatologia.

L’otturazione oggi si effettua con materiali compositi dell’ultima generazione che, oltre ad essere estremamente estetici, aderiscono chimicamente al dente residuo, creando un corpo unico molto compatto e resistente.

Se la carie invece venisse trascurata, la sua progressione porterebbe ad un interessamento irreversibile del nervo, per cui la terapia necessaria sarebbe la devitalizzazione.

PREVENZIONE

Una dieta povera di zuccheri semplici ed una corretta igiene orale domiciliare sono la prevenzione più efficace.

Ai nostri giorni, specialmente per i bambini, evitare gli zuccheri semplici è un’impresa ardua, perché essi sono contenuti in dolci, caramelle, merendine e succhi. L’unico aiuto concreto che possiamo dare è quello di ridurne al massimo il consumo.

Un idoneo spazzolamento domiciliare quotidiano, atto a rimuovere efficacemente la placca batterica, riduce considerevolmente il rischio di carie.

Ulteriore aiuto nella prevenzione della carie è l’utilizzo del fluoro, che andrebbe dato sin dal settimo mese di gravidanza fino ai 12 anni.

Esistono anche dei dentifrici a base di fluoruro aminico (il più efficace) che contribuiscono ad irrobustire le superfici dello smalto.

Chiedi consiglio ai Nostri Specialisti, sapranno indirizzarti al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares